Come aggiungere un server APRS alla distribuzione Linux Pi-Star

di | 04/05/2019

La distribuzione Pi-Star è un software radioamatoriale (pacchetto) ottimamente preparato per la gestione di sistemi hotspot e ponti ripetitori. Ha una interfaccia fruibile da browser web e molto semplice nella gestione delle impostazioni che prevedono l’uso di tutti i maggiori protocolli digitali in uso. L’immagine ISO da inserire sulla scheda SD del Raspberry è scaricabile da questo indirizzo/URL. Per la configurazione che andremo a fare useremo l’accesso via terminale SSH colegandoci, usando Windows, il software Putty. E’ richiesta una conoscenza base dell’uso di Linux e dei sistemi di rete. Inseriamo quindi l’IP del nostro sistema ed effettuiamo il login (di default utente pi-star e password raspberry).

Il file APRSHosts.txt che contiene la lista dei server APRS viene aggiornato ad ogni update del sistema, in automatico, e si trova dentro la directory /usr/local/etc Non possiamo modificare direttamente questo file perchè perderemo quanto fatto al primo aggiornamento. Dobbiamo quindi operare dentro il programma (script) che gestisce gli update, ovvero nella directory /usr/local/sbin il file HostFilesUpdate.sh Prima di procedere alle modifiche occorre abilitare in scrittura il sistema operativo con il comando rpi-rw Lo script HostFilesUpdate.sh è molto importante perchè gestisce il processo di aggiornamento dei file hosts di tutti i programmi.

Spostiamoci alla fine del file ed inseriamo il record che dovrà essere aggiunto, al termine dei processi di aggiornamento, in automatico al file APRSHosts.txt come ultima riga. L’indirizzo del nostro server è aprs.grupporadiofirenze.net ed è in ascolto sulla porta standard 14580 come di consueto. La riga va inserita prima dell’istruzione exit 0 che decreta il termine della procedura.

Salviamo la modifica ed eseguiamo un aggiornamento generale del nostro sistema attraverso apposita opzione nell’interfaccia web.

Possiamo infine gestire il server APRS aggiunto nello script direttamente selezionandolo nella lista dei server disponibili, relativamente alla configurazione in uso. Comparirà ovviamente in ultima posizione, facilmente trovabile.

Come ulteriore verifica del corretto funzionamento della nostra modifica possiamo controllare se siamo collegati direttamente sul server, all’indirizzo http://aprs.grupporadiofirenze.net:14501/

Buone prove, spero che questa piccola panoramica di configurazione possa aiutare anche in altre eventuali modifiche e/o aggiunte di record.

David IK5XMK