Modalità ICOM G3 Terminal/AP e connessione al reflector DStar XLX039

di | 16/12/2019

Il reflector DStar XLX039 del Gruppo Radio Firenze gestisce attualmente sul MODULO B (Multiprotocollo Italia), grazie ad una patch al software, il protocollo ICOM G3 nella modalità Terminal e Access Point. Questo significa che, con apparati del tipo ICOM-9700, è possibile stabilire una connessione ” diretta”, via internet,  tra il ricetrasmettitore e il reflector XLX senza necessità di impianti ripetitori nelle vicinanze e parlare con tutto il multiprotocollo Italia. Inoltre, grazie alla funzione AP (Access Point), il nostro ricetrasmettitore si predispone ad ascoltare e a ritrasmettere quanto gli arriva lato network diventando a tutti gli effetti un nodo/gateway. Usando un altro apparato DStar (es. una radio portatile) ci colleghiamo in simplex (shift impostato a +/- 0) al nostro nodo e veniamo ritrasmessi sul reflector XLX. Occorre precisare che, specificatamente per la connessione verso XLX:

  • non serve una registrazione ai nuovi gateway G3 ICOM;
  • non occorre predisporre configurazioni sul router di casa; basta non sia bloccata dal firewall la porta 40000/UDP (Icom Terminal dv port) e UDP port 12345 – 12346 (Icom Terminal presence and request port);
  • è importante essere registrati sulla rete DStar e DMR per transitare sul multiprotocollo (come di consueto).

Quando si utilizza la modalità AP sugli apparati radio “client”, ovvero che si andranno a collegare al nostro nodo,  al posto di CQCQCQ dovrà esserci riportata la dicitura /XLX039B altrimenti non transiteranno verso il reflector XLX.

Brevemente (alcune schermate inviateci da amici e colleghi radioamatori che ringraziamo), prendendo sempre come esempio l’apparato radio ICOM 9700, dovremo:

 

configurare l’apposita sezione con i parametri relativi alla propria rete LAN (e DNS) in uso (o abilitare il DHCP, l’apparato deve comportarsi come un personal computer collegato in rete) e selezionare la modalità DV;

attivare la modalità Terminal Mode e indicare l’IP del reflector XLX (in questo caso XLX039 ha IP 31.14.142.119 ma si consiglia di usare il DNS xlx039.grupporadiofirenze.net se possibile):

 

A questo punto, visionando la dashboard di XLX039, dovremo vederci tra i sistemi connessi al reflector, come protocollo Terminal/AP:

Premendo il PTT (e rispettando sempre gli opportuni spazi — 5/6 secondi — tra i passaggi) sarà possibile fare QSO con le altre stazioni radio collegate al MODULO B di tale server.

Connessione a XLX039B in Terminal Mode con ricetrasmettitore ICOM 51 PLUS2 e ID31 PLUS2. Vedere sul manuale dell’apparato l’uso di opportuno cavo di collegamento.

Utilizzo di software ICOM per Android e relativo cavetto di collegamento tra lo smartphone e il ricetrasmettitore. Sulla versione per dispositivi mobili qualora non sia possibile impostare il DNS di XLX039 inserire l’ IP del server 31.14.142.119 (vedi immagini sotto riportate).

Utilizzo di software ICOM per Windows e relativo cavetto di collegamento tra il PC e il ricetrasmettitore. Per il test con l’apparato ID51 PLUS2 si è resa necessaria la versione 1.30 del software.

Di seguito i parametri gestiti dal software di configurazione dell’apparato ICOM 9700.

IC9700 CONFIG

 

Buone prove, Roberto IZ5ILH [ iz5ilh@yahoo.it ]

nota bene: tutti i marchi e software indicati nel presente articolo sono di proprietà ICOM. XLX è un software open source.