Colleghiamo l’hotspot DVMega al server DMR Toscana (… e non solo)

La configurazione e’ molto veloce ed è comune anche per i collegamenti ad altri sistemi server DMR. Vista la dinamicità dell’uscita di nuove versioni il software può cambiare nel tempo, l’importante è capire quali sono le informazioni che ci occorrono e adattarle alla soluzione in uso. Il primo passo è quello di masterizzare l’immagine ISO della distribuzione linux Pi-Star su di una memoria SD, inserirla nel raspberry e procedere con l’avvio del sistema. Rimando a questa prima fase di installazione direttamente al sito dello sviluppatore. La parte che vediamo assieme riguarda la configurazione del dispositivo per il collegamento al server DMR Toscana del Gruppo Radio Firenze (connesso alla rete DMR+).

Deve essere attivo il MODO DMR, ed il controller software MMDVMHost come in figura. Dopo aver inserito i dati personali di stazione di radioamatore (attenzione all’ID DMR che abbiamo ottenuto precedentemente registrandoci alla rete dmr) configuriamo la frequenza del nostro hotspot che andremo ad impostare sul ricetrasmettitore (frequenza singola, è un hotspot casalingo). Selezioniamo il modello di Radio Modem che stiamo usando, in questo caso DVMega su Raspberry con collegamento tramite GPIO (il filo rosso che si vede in figura serve per aggiornare il firmware, spiegato in altro articolo).

La parte relativa alla configurazione DMR deve includere come server master il TUSCANY SERVER, selezionandolo dalla lista mondiale. Si inseriscono delle opzioni, in particolare il reflector di riferimento all’avvio (Toscana 4255) che permette il dialogo con il TG regionale 2225 usato sui ponti ripetitori presenti su IPSC. ColorCode standard (=1).

Salviamo quindi la configurazione e il sistema si riavvia rileggendo le impostazioni inserite. Dovremmo sentire sul ricetrasmettitore l’avvenuta connessione al reflector indicato, e trovarci sulla dashboard del server:

Ultima cosa da tenere a mente nella preparazione del codeplug del ricetrasmettitore: si usa il TG 9 su SLOT 2 per parlare / ricevere essendo un sistema “locale”. Ogni comando (ad esempio il passaggio su altri reflector) deve essere trasmesso come “contatto” digitato da tastiera (es. 4000 per disconnettere, 5000 per sapere su quale reflector siamo connessi) o preso dalla lista dei TG / contatti memorizzati nell’apparato. Dopo l’invio del comando tornare ad usare il TG 9 per parlare. Verificare inoltre sulla schermata “live” del server se avviene la propria trasmissione sulla rete mondiale.

Buone prove. IK5XMK

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...