Il Wires-X alternativo, metti che….. utilizziamo una rete parallela

Yaesu immette sulla piazza il suo “modo digitale” e per conquistare il mercato decide di intraprendere una politica di vendita un po’ aggressiva: il ponte ripetitore omologato DR1X a poco più di 600 euro (con ristorno). Facendo ciò l’obbiettivo è quello di invogliare le associazioni radioamatoriali a svecchiare i ponti analogici in gestione con dei nuovi che permettono sia l’analogico che il digitale… viene da se che… dato che in sezione c’è il nuovo ponte digitale Yaesu… che fai? Non provi? Ed acquisti una radio Yaesu per approfondire il nuovo modo digitale.

Un’idea comune che la politica di vendita da parte di Yaesu è stata un po’ azzardata la si riscontra nel confronto tra il numero dei ripetitori venduti e quelli installati e collegati alla rete wires-x, non mi voglio sbilanciare con delle cifre a caso ma una buona parte dei ponti che sono stati venduti ed installati, non sono collegati in rete.

Ma un radioamatore che ha acquistato una radio digitale Yaesu, convinto che la propria sezione avendo acquistato un ponte collegabile in wires-x lo avrebbe messo in rete, in realtà non trova nella sua zona nessun ponte collegato in rete. Quindi si ritrova ad utilizzare la radio con modulazione c4fm solo in locale con altri colleghi che utilizzano lo stesso tipo di modulazione almeno che non compri un’ulteriore radio ed una interfaccia HRI-200 per crearsi un nodo oppure dovrà utilizzare una rete parallela utilizzando un’interfaccia del tipo dvmega, dv4mini, sharkrf e simili.

Grazie al software di Jonathan Naylor (G4KLX), utilizzando la tecnologia delle schede MMDVM, è stata creata una rete di Reflector denominati “YSF Reflector” interconnessi secondo una architettura logica Peer-to-Peer con gestione centralizzata del database di registrazione e dello stato “online” dei vari YSF Reflector.

Ogni reflector lavora in modo indipendente e una delle poche connessioni necessarie con il server centrale è necessaria per inviare al server centrale lo stato di “online” in modo che possa essere “trovato” tramite la funzione di interrogazione su YSF Gateways.

Il “YSF Reflector” dedicato alla Room Italy è raggiungibile tramite la scelta del Connectors IT YSFROOM-ITALY dal menù a tendina della pagina di setup o configurazione dei vari programmi di gestione degli hotspot. Dal sito Wires-X Italia apprendiamo che Gabriele IZ2EVE, manutentore del settore Network Linking Devices di Room Italy, ha permesso il collegamento tra la Room Italy WIRES-X e questo nuovo Reflector YSF. E’ opportuno sapere che utilizzando reflector YSF non tutte le funzionalità Wires-x sono fruibili.

Francesco IZ4XAI

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...