Incontriamoci sul DSTAR

Da alcuni mesi stiamo portando avanti un progetto interessante, quello di riunire finalmente le comunicazioni DSTAR con quelle DMR con l’obiettivo di usare un unico ricetrasmettitore e una ottimale qualità audio. Fin dall’inizio (e possiamo dire con orgoglio di essere stati i primi come Gruppo Radio Firenze a crederci e ad investire risorse ed energie) abbiamo testato varie versioni di programmi e combinazioni sempre in concerto con gli sviluppatori; attualmente il software reflector XLX DSTAR permette di interfacciarsi con un server di transcodifica, dotato quindi di opportuno hardware che “trasla” la comunicazione DMR (AMBE2) con il DSTAR (AMBE). Questo non vuol dire che deve nascere un “mescolone” senza regole, ma con le opportune configurazioni e un corretto modo operativo la rete DSTAR sarà sempre di più il punto di incontro tra tecnologie e protocolli diversi. Ancora una volta ricordiamo la dinamicità di questi sistemi, l’importanza di frequentare attivamente il mondo digitale radioamatoriale e sforzarsi nell’apprendere nuovi concetti senza scoraggiarsi. Vediamo come utilizzare queste nuove opportunità di comunicare nel mondo radioamatoriale. IMPORTANTE: per un corretto transito sulle varie reti occorre effettuare apposita registrazione (gratuita) sui portali preposti. E’ una operazione facile e veloce, totalmente automatica. Sul nostro sito www.grupporadiofirenze.net sono presenti i collegamenti agli indirizzi web.

Se siamo dotati di ricetrasmettitore DSTAR, vicini ad un ponte ripetitore o in possesso di un hotspot (soluzione casalinga per connettersi alla rete radioamatoriale), è facile effettuare QSO direttamente sulla rete NAZIONALE XLX DSTAR, una rete composta da server professionali in datacenter. L’ottima qualità del protocollo digitale radioamatoriale DSTAR permette in maniera fluida di contattare colleghi radioamatori presenti su tutta la nostra penisola. Le nostre trasmissioni sono facilmente visionabili dalle “dashboard” dei server reflector, cruscotti che raccolgono le informazioni dei passaggi che vengono effettuati. Il Gruppo Radio Firenze ha il proprio server XLX077. Il modulo B accoglie le connessioni nazionali, ovvero, per come è strutturata attualmente la rete, su questo modulo sono connessi i ponti ripetitori e gli hotspot che compongono la “tratta nazionale”; centinaia di sistemi accesi h24.

L’uso di un ponte ripetitore DMR per arrivare al DSTAR è quantomai semplice. Sulla rete BrandMeister è stato attivato dal team di BM 2223 per questo scopo un TG (talk group) richiamabile da qualsiasi slot. Quindi, individuato un ponte connesso a BM, inviando il TG 22292 (grazie alle ultime implementazioni del software di Artem/BM) la comunicazione DMR viene subito instradata verso il server di transcodifica del Gruppo Radio Firenze, XLX039 (questo server accetta con protocollo MMDVM/Homebrew anche le connessioni degli hotspot, vedere apposito articolo sul nostro sito) La trasmissione entra poi nella rete (in DSTAR, modulo B)  con ottima qualità audio. Anche in questo caso il passaggio viene evidenziato sul cruscotto, in maniera inequivocabile. Il TG 22292 è “on demand”, a richiesta, quindi dopo un po’ di inattività la finestra verso il DSTAR si richiude.

Anche sulla rete DMRplus (DMR+, ringrazio lo sviluppatore Kurt che si è molto prodigato nel programmare questa connessione) le operazioni da fare sono facili. Si programma il TG 90 sullo SLOT 2 e premendo il PTT si attiva il flusso dati verso il server di transcodifica e conseguentemente verso la rete DSTAR. In questo caso la finestra temporale è di 30 secondi, se non vi è attività la “connessione” cessa lasciando l’uso standard dei TG regionali, diversamente anche se riceviamo un QSO dal DSTAR il collegamento rimane attivo. Questa operatività è condivisa sui server IPSC (TUSCANY e DMR ITALIA) e sui ponti ad essi connessi.

Infine, la possibilità di incontrarsi sul DSTAR è data anche agli utilizzatori degli hotspot che, impostando il “reflector 4261” (una stanza dedicata) e poi usando il TG 9 come da prassi per la trasmissione in locale, viene attivata una connessione al sistema DSTAR NAZIONALE. Gli hotspot possono utilizzare il server DMR MASTER TUSCANY o IT-MASTER quale punto di accesso alla rete DMRplus.

Buone prove e “incontriamoci sul DSTAR” !! David IK5xmk

[ratings]