Una condivisione speciale, i TG regionali unificati

Estratto dal gruppo Telegram “Digitale in Toscana”
https://t.me/joinchat/DS0UBUEfFfiba711V1INyg
di Pericle IK2UIZ

Da qualche giorno sono attivi 20 nuovi TG che corrispondono a ciascuna delle 20 regioni italiane ma hanno un “potere speciale”, permettono di far comunicare tra loro la rete DMR+ e la rete BM.

Due anni fa circa le reti si sono divise per vari motivi, conosciuti o meno; la mia sensazione è stata che, a parte gli autori di questa separazione, tra i reali utilizzatori della radio ci fosse solo un malcontento generale. Inoltre a complicare le cose si sono aggiunti TG differenti, tempistiche e priorità diverse con una notevole complicazione di utilizzo dei ripetitori sul campo e una programmazione dei CodePlugs esponenzialmente più complicata.

Qualche mese fa ad opera di alcuni sperimentatori lungimiranti ci sono stati i primi tentativi, più o meno riusciti, di unificare le due reti con lo stratagemma della transcodifica. Oggi c’è un modo semplice di programmare e usare la radio senza fasciarsi tanto la testa e doversi chiedere come e cosa programmo qui? Su quale rete sto parlando? Mi sentiranno?

Possiamo operare così:
Fare un CodePlug semplice con TG9 e TG222 (SLOT1)

Aggiungere 10 TG “zonali di transcodifica (o multiprotocollo)”da 2220 a 2229 (su DMR+ usare lo SLOT2). Rappresentano la suddivisione in 10 zone dei prefissi radioamatoriali italiani. Su questi TG zonali transitano più protocolli digitali radioamatoriali.

Aggiungere 20 regionali unificati da 2230 a 2249 (da notare che questi 30 TG sono tutti consequenziali: 2220, 2221,2223….. fino a 2249), sempre su SLOT2 per la rete DMRplus

2230 – LAZIO
2231 – SARDEGNA
2232 – UMBRIA
2233 – LIGURIA
2234 – PIEMONTE
2235 – VALLE D’AOSTA
2236 – LOMBARDIA
2237 – FRIULI V.G.
2238 – TRENTINO A.A.
2239 – VENETO
2240 – EMILIA R.
2241 – TOSCANA
2242 – ABRUZZO
2243 – MARCHE
2244 – PUGLIA
2245 – BASILICATA
2246 – CALABRIA
2247 – CAMPANIA
2248 – MOLISE
2249 – SICILIA

Questi TG sono validi e uguali (unificati, appunto) su entrambe le reti con una (finalmente) notevole semplicità di programmazione. Il protocollo è “puro DMR” senza l’interconnessione con altri sistemi/transcodifica.

Se volete si possono aggiungere il TG 88 e i cluster per la gestione su BM.

Lato DMR+ hanno già fatto una scelta ben precisa; la volontà è evidentemente quella di voler unire le due reti DMR, sullo slot 2 di ciascun
ripetitore è programmato statico il regionale di appartenenza.

E su BrandMeister?

La decisione finale è nelle mani dei Sysop (gestori dei ripetitori). Credo che alcuni, ma spero lo facciano in molti, decideranno di lasciare statici i regionali unificati per tornare a poter usare liberamente e con uniformità tutta la rete DMR come se fosse davvero unica, con un solo e semplice modo di programmare le radio.

Pericle.